Archives: settembre 2013

Domo guarda all’Europa

olanda

Il Sindaco di Domodossola, Mariano Cattrini, ha incontrato, nella mattinata di oggi, 30 settembre, un importante funzionario delle Ferrovie Private Olandesi, E.E.T.C., Luc de Haas.

L’incontro è stato promosso dal dott. Andrea Sacchi, dello Studio Sacchi Consulting di Bruxelles che si occupa di affari pubblici comunitari.

All’incontro hanno preso parte  anche il Presidente del Distretto Turistico dei Laghi e delle Valli dell’Ossola, Antonio Longo Dorni, l’Assessore della Provincia del Verbano Cusio Ossola, Giampaolo Blardone, Dario Marchetti, della Giunta della Camera di Commercio del V.C.O., il sen. Valter Zanetta, già membro della Commissione Parlamentare Trasporti, l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Domodossola, Bruno Iacopino, e Roberta Rolandi, in rappresentanza della soc. Sciovie Domobianca.

Scopo dell’incontro è stato quello di perseguire l’obiettivo di far scegliere, alle Ferrovie Olandesi, la nostra città come destinazione di servizi ferroviari diretti ed esclusivi durante la stagione estiva e quella invernale. Il servizio estivo consisterebbe in un treno notturno con auto al seguito che potenzialmente potrebbe portare a Domodossola, settimanalmente, fino a 800 turisti.
Il servizio invernale prospettatoci si articolerebbe su una serie di treni notturni legati alle attività sciistiche effettuabili sul territorio: questo servizio potrebbe portare nella nostra stazione fino a 3.000 turisti la settimana.
Si tratta di prospettive importanti basate sulla concretezza che vede questo tipo di servizio essere già praticato dalle Ferrovie Olandesi: parliamo di treni speciali che già corrono dall’Olanda verso l’Austria in inverno e verso Alessandria e Livorno, in estate, in Italia.
Si tratta, come primo passo successivo all’incontro odierno, di verificare, di concerto con gli organi tecnici del Comune e con le Ferrovie dello Stato, se la navetta che trasporta le auto può essere organizzata, come location per carico e scarico delle vetture, a Domodossola. Non lasceremo nulla di intentato al fine di raggiungere un accordo che promuoverebbe definitivamente Domodossola come porto turistico di rilevanza internazionale. In questo modo valorizzeremmo la risorsa ferroviaria con il giusto riguardo anche verso le località del Lago Maggiore e Milano.
Si tratterebbe, tra l’altro, di uno sviluppo turistico pulito, nel pieno e totale rispetto dell’ambiente dato che si sfrutterebbe il treno, uno dei mezzi di trasporto meno inquinanti.
Si aprono davvero prospettive estremamente interessanti: verificheremo entro brevissimo le condizioni di fattibilità richieste dalle Ferrovie Olandesi e c’è tutto l’intento di giungere alla formalizzazione di un accordo che può risultare fondamentale per l’intero territorio anche in rapporto alle possibilità occupazionali con un così grande flusso turistico può  generare.

Mariano Cattrini