Archives: marzo 2012

Il Comune partecipa a “Hearth Hour”

Anche per il 2012, la Città di Domodossola partecipa a “Earth Hour”, Ora della Terra, iniziativa promossa dal WWF e che rappresenta la più grande mobilitazione volontaria per la lotta al cambiamento climatico e per il futuro sostenibile.
Il 31 marzo, attraversando tutti i fusi orari, si darà vita a un giro del mondo a luci spente per coinvolgere persone, città, istituzioni e imprese nel cambiamento che potrà dare al mondo un futuro sostenibile, ispirando azioni concrete a tutti i livelli della società.

La nostra partecipazione testimonia l’impegno dell’Amministrazione comunale nella tutela dell’ambiente e del territorio. Riteniamo che tali iniziative abbiano una forte valenza simbolica ed educativa nei confronti dei cittadini in relazione alle tematiche legate al risparmio energetico, ai cambiamenti climatici e alla riduzione dei gas-serra; sono certo che saranno numerosi i cittadini domesi che il 31 marzo 2012, dalle 20:30 alle 21:30, testimonieranno la loro partecipazione alla presa in carico della responsabilità verso il Pianeta e alla lotta ai cambiamenti climatici spegnendo le luci delle loro case.
Chi volesse rendere nota la propria partecipazione può iscriversi utilizzando il link attivo sul sito www.comune.domodossola.vb.it . La Città di Domodossola partecipa attraverso l’attenuazione al 50% dell’illuminazione del Borgo della Cultura, garantendo in tal modo le condizioni di sicurezza cittadina. Nell’ambito di Earth Hour 2012, il WWF ha organizzato una speciale iniziativa per determinare le buone pratiche di sostenibilità ambientale nei Comuni italiani e, attraverso l’invio di questionario e documentazione richiesta, anche il nostro Comune partecipa alla selezione che indicherà gli esempi più virtuosi sul territorio italiano.

Dott. Salvatore Iacopino, Assessore alle Politiche energetiche

L’edizione 2012 cade nell’anno che l’ONU ha dedicato all’Accesso all’Energia Sostenibile e rappresenta il primo grande evento per il pubblico nella roadmap WWF di avvicinamento alla Conferenza di Rio+20 sullo sviluppo sostenibile. L’edizione 2011 ha raggiunto quasi 2 miliardi di persone, 135 nazioni, oltre 5.200 città, dati che saranno sicuramente superati.